• lunedì , 18 ottobre 2021

Rottamazione o vendita moto incidentata, cosa scegliere?

Dopo un incidente può verificarsi il caso in cui la moto sinistrata sia talmente danneggiata da non essere sicuri di quale sia la soluzione migliore per rimediare al danno subito.

Se la spesa da sostenere è molto alta, non è scontato che la moto venga riparata. Se i danni subiti sono importanti al punto da compromettere seriamente la moto e richiedere un costo per la riparazione superiore al suo valore, è preferibile percorrere altre strade.

Il dilemma davanti al quale si può trovare il motocilista è: rottamare o vendere la moto sinistrata?

La vendita della moto sinistrata

Puoi vendere la tua moto sinistrata a un privato, oppure a un’azienda di compro moto incidentateI privati che acquistano moto incidentate lo fanno per varie ragioni. C’è chi per hobby e passione ama riparare e ristrutturare moto per avere un mezzo, riportato allo splendore con le proprie mani.

C’è poi chi le acquista per rivendere i pezzi singoli di ricambio, sperando di recuperare l’investimento e farci un guadagno.

Rottamazione e demolizione

In alternativa alla vendita, c’è poi la demolizione della moto. Si tratta di un’operazione poco vantaggiosa, perché prevede alcuni costi da parte del proprietario.

Per rottamare e demolire una moto bisogna pagare 13,50 euro di emolumenti ACI e l’imposta di bollo di 48 euro.

Inoltre, bisogna anche considerare i costi relativi al trasporto della moto verso il centro per la demolizione.

Acquisto e ritiro moto sinistrate

Un discorso a parte per le aziende che acquistano e ritirano moto incidentate. Chiunque è in possesso di un motoveicolo distrutto può monetizzare e ottenere una somma di denaro immediata.

Queste aziende si occupano di ogni cosa, dalla valutazione del danno, all’adempimento di tutte le pratiche burocratiche, fino al ritiro della moto.

Un servizio completo che libera il proprietario della moto da obblighi relativi al trasporto e alla consegna del mezzo,  che solitamente si hanno con la vendita tra privati.

Chi decide di affidarsi a un’azienda di acquisto e ritiro moto incidentate gode di diversi vantaggi: evita costi di trasporto, non si preoccupa della burocrazie e ottiene un pagamento sicuro e istantaneo.

La trattativa con questo tipo di aziende solitamente è molto semplice: vi è un primo contatto online, il proprietario della moto invia le foto del mezzo danneggiato.

Gli esperti prendono visione delle foto ed effettuano delle valutazioni per poi formulare una proposta economica.

Se quest’ultima viene ritenuta adeguata, basta accettare e dare il consenso all’azienda a occuparsi di tutto, compreso il ritiro presso un punto preciso. Il pagamento avviene immediatamente, il più delle volte in contanti ma è anche possibile scegliere altre modalità di pagamento. Questo aspetto va stabilito con l’azienda scelta.

Conclusioni

È abbastanza evidente che se siete in possesso di una moto sinistrata, le cui spese di riparazione sono alte al punto da superare anche il valore di mercato del mezzo, la vendita resta l’opzione migliore e più vantaggiosa.

Puoi contattare diverse aziende specializzate nel ritiro di moto sinistrate per avere più offerte da valutare e poi decidere.

Related Posts

Leave A Comment