• venerdì , 1 marzo 2024

Come aumentare la visibilità su Facebook? Ecco alcuni suggerimenti

Al giorno d’oggi, sempre più persone utilizzano quotidianamente i social network per i motivi più disparati. C’è chi, ad esempio, utilizza queste piattaforme per trascorrere il tempo, oppure chi li usa per mettersi in contatto con i propri amici, ecc., ma c’è anche chi li usa per conoscere nuovi prodotti e servizi.

Insomma, sono diversi i motivi che spingono quotidianamente milioni di persone ad interagire sulle piattaforme social. Per questo motivo, Instagram, Facebook, Tik Tok ecc., costituiscono una vetrina importante per pubblicizzare un’attività commerciale, se si sa come utilizzarli al meglio.

Ebbene, esistono alcuni metodi per poter ottenere maggiore visibilità sui social, tuttavia, essi2401921_312413-P8RYCZ-322 cambiano a seconda del social di riferimento. Ad esempio, ciò che vale per Instagram può non valere per Facebook.

Con particolare riferimento a quest’ultima piattaforma, forse la più conosciuta e la più utilizzata, ecco alcuni suggerimenti che possono rivelarsi estremamente utili per chiunque voglia avere più likes ai propri post e di conseguenza una maggiore visibilità dei propri contenuti.

Rendere la pagina riconoscibile

Il primo suggerimento per incrementare la visibilità su Facebook è quello di rendere la pagina riconoscibile.

Per far ciò, bisogna scegliere un nome immediatamente associabile al brand, semplice, chiaro e se possibile anche breve. Inoltre, è importante personalizzare l’url della pagina con il nome scelto.

Bisogna, poi, pensare al lato estetico della pagina, poiché una grafica curata è un buon biglietto da visita. È necessario impostare sia l’immagine del profilo che la copertina, scegliendo le dimensioni adatte.

L’immagine di copertina, ad esempio, deve avere almeno una larghezza di 400 pixel e un’altezza di 150 pixel, mentre quella del profilo ha una forma circolare, pertanto deve essere abbastanza grande da rientrare nel cerchio.

Ovviamente, è bene scegliere solo immagini nitide e di qualità, magari puntando su un logo creato appositamente per il brand.

Anche le informazioni sono essenziali, per questo occorre inserire nella propria pagina il sito web, i contatti (mail, numero di telefono e WhatsApp), collegamenti ad altri social, ed in più indirizzo ed orari di apertura per le sedi fisiche.

Postare contenuti di qualità

I post su Facebook diventano virali se catturano l’interesse di chi li vede. Per questo, devono essere originali e coinvolgere gli spettatori, e soprattutto coerenti con il tipo di messaggio da voler lanciare.

Anche se si tratta, però, di un profilo dal tono formale, è necessario non mostrarsi troppo disaccati dal pubblico, scegliendo sempre un linguaggio semplice, comprensibile ed un tono di voce amichevole.

Infatti, gli utenti di Facebook possono utilizzare le ricerche su questo social sia per fini di intrattenimento, ma anche per trovare informazioni, chiarire i loro dubbi su alcuni argomenti e ricevere assistenza, ma se tali contenuti non sono immediatamente accessibili, si rivolgeranno altrove.

È importante sottolineare, però, che i social si basano sui contenuti visivi, pertanto anche su Facebook le immagini ed i video in alta risoluzione, con una buona luminosità ed attenzione ai dettagli, fanno la differenza. È sconsigliato, invece, utilizzare stock di immagini reperite dal web, o contenuti di altri, tranne in caso di ricondivisione.

Pianificare i post

Ogni giorno sui social vengono rilasciati tantissimi contenuti giornalieri, pertanto emergere e far notare i propri post al pubblico è un’impresa ardua, specialmente se si lascia tutto al caso e non si pianifica tutto con attenzione.

Non esiste un orario che va bene universalmente per ottenere più visibilità di un post, tuttavia secondo alcuni studi, gli utenti di Facebook sono più attivi durante il primo pomeriggio, specialmente nella fascia oraria che va dalle 13 alle 16. Tale orario va bene per qualsiasi giorno della settimana.

Tuttavia, se il pubblico da raggiungere è quello B2B, i giorni più efficaci sono quelli in prossimità del week-end (giovedì e venerdì) mentre per un target B2C è consigliabile sfruttare il sabato e la domenica, giorni nei quali le persone sono più libere dagli impegni lavorativi e scolastici, e quindi trascorrono più tempo su tali piattaforme.

Tuttavia, ciò non significa che bisogna concentrare tutto il fine settimana, e lasciare il resto dei giorni “scoperti”: orientativamente, bisognerebbe pubblicare 2/3 volte alla settimana, ma non più di un post al giorno, concentrando i post che potrebbero funzionare di più nel fine settimana.

Il consiglio, in ogni caso, è quello di pianificare in precedenza tutti i post, di settimana in settimana, grazie alla funzione di Facebook che permette di programmare la pubblicazione.

Comprare i like italiani

Forse il modo più semplice (ed efficiente) per aumentare la visibilità della propria pagina Facebook è comprare like italiani Facebook. Tuttavia, occorre fare una piccola precisazione. Se è vero che il numero dei like sotto ai post incide notevolmente sulla visibilità del contenuto, è altrettanto vero che occorre considerare anche la “qualità” del like.

In poche parole, acquistare like su facebook funziona solamente se provengono da profili di persone vere, in caso contrario, l’effetto sarà l’opposto.

Di conseguenza, è necessario comprare like italiani facebook, ovvero, provenienti da account targhettizzati ed attivi sulla piattaforma. Ma chi garantisce che i like acquistati provengono effettivamente da account italiani?

Per evitare di incappare in truffe o spiacevoli sorprese, potrebbe essere una buona idea rivolgersi immediatamente a dei professionisti, aziende specializzate proprio in questo particolare settore.

Essere smart

Se l’obiettivo è quello di far crescere la pagina della propria attività commerciale o professionale è bene sapere che in genere chi utilizza Facebook non gradisce ricevere continuamente offerte commerciali.

Anzi, se si è soliti pubblicare continuamente messaggi promozionali si può correre il rischio di ottenere l’effetto opposto rispetto a quello sperato. Le persone, infatti, tenderanno a non interagire con i contenuti, e di conseguenza l’algoritmo di Facebook tenderà a penalizzarli (ovvero a renderli meno visibili).

Il trucco, quindi, è quello di non esagerare con il numero di post promozionali e di sforzarsi di offrire contenuti comunque interessanti in modo da non annoiare chi leggerà il post. Anche in questo caso, affidarsi al caso potrebbe non essere un’ottima idea.

Se non si ha dimestichezza, infatti, potrebbe essere utile rivolgersi direttamente ad un professionista del settore della comunicazione. In questo modo è possibile ridurre al minimo il rischio di annoiare o comunque di non attirare l’attenzione di chi leggerà il post.

Related Posts

Leave A Comment