• mercoledì , 7 dicembre 2022

È possibile monitorare la salute del lavoratore per quanto riguarda la dipendenza dall’alcol?

Lavorare in un ambiente sicuro è sicuramente il sogno di ogni individuo, in quanto il rischio di imprevisti e incidenti è sicuramente ridotto rispetto alla media.

Ecco perché da sempre le ditte e le varie aziende si appropriano di ogni mezzo per tutelare al meglio laAlcotrue-M-441x331 salute dei lavoratori.

A questo proposito è stato introdotto l’etilometro medicina del lavoro, un valido strumento in grado di valutare la dipendenza dall’alcol da parte dei lavoratori.

Approfondiamo meglio questo argomento scoprendo come questo strumento può prevenire moltissimi disagi.

Quando è importante valutare il tasso alcolemico dei lavoratori?

Quando si parla di dipendenza dall’alcol si sfiora un argomento che, attualmente è ancora un grosso problema per la nostra società.

L’abuso di alcol può infatti nuocere gravemente sulle capacità cognitive e fisiche dell’individuo, mettendo a repentaglio la sua salute e quella di chi lo circonda.

In un ambiente professionale poi i rischi raddoppiano, in quanto la persona in questione potrebbe dover lavorare con macchinari e strumenti che richiedono una certa soglia di attenzione.

Ecco che si fa necessario procedere all’esame dell’alcol test per valutare l’idoneità dei lavoratori in ogni momento della loro carriera.

Proprio per questo motivo è importante valutare la presenza di dipendenza verso l’alcol, onde evitare che alcuni soggetti compromessi svolgano mansioni troppo pericolose per loro.

Questo tipo di controllo viene effettuato durante le visite specialistiche programmate dalla medicina dal lavoro.

Oltre ai controlli di routine è possibile richiedere ulteriori indagini qualora si sospetti di un’intossicazione alcolica di uno dei dipendenti.

Cosa comporta questo tipo di test?

L’esame in questione si avvale di alcune visite ben mirate che possono individuare la presenza di problemi legati all’abuso di alcol.

Solitamente la persona coinvolta verrà sottoposta a dei corsi di prevenzione, in modo da appurare i rischi che corre e ai quali potrebbe esporre tutti i colleghi.

Vengono poi analizzati tutti i fattori di rischio e, in caso di positività l’individuo verrà riesaminato, così come la sua mansione all’interno della ditta.

Tutti i test rilevati dalla medicina del lavoro verranno poi inviati all’ASL locale.

Tutto questo assume un valore ancora più grande se la mansione svolta è definita a rischio.

In questo caso, dopo aver effettuato il test alcolimetrico, si provvederà ad affidare il soggetto all’unità competente e qualora il test risultasse essere positivo, questo verrà inviato al Sert.

Se invece il soggetto coinvolto svolge una mansione non classificata come rischiosa; si provvederà all’invio dei referti alla commissione medico legale che opera presso lo Statuto dei lavoratori.

Ad ogni modo il test in questione è molto preciso e permette di rivelare l’esatta quantità di alcol nel sangue dell’individuo al momento dello svolgimento dell’analisi.

Ricordiamo che ogni individuo non dovrebbe in alcun modo assumere alcol mentre è intento a svolgere la propria attività lavorativa. Questa norma è sicuramente dettata dal buon senso e dovrebbe valere ancora di più se la persona in questione dovesse lavorare a contatto con macchinari pericolosi o alla guida di mezzi di trasporto.

Grazie a questo sistema la medicina del lavoro può conoscere in maniera immediata le condizioni di salute di un individuo e procedere ad autorizzarne l’idoneità o meno sul posto di lavoro.

Related Posts

Leave A Comment