• martedì , 4 agosto 2020

Pc ricondizionati: cosa valutare prima di acquistarne uno?

Acquistare un buon pc non è un grosso problema grazie ai computer ricondizionati che permettono di entrare in possesso di tantissimi notebook e pc usati a buon prezzo.

L’offerta è molto ampia, per cui può essere difficile fare la miglior scelta in base alle proprie esigenze, facendo un vero e proprio affare.

Se lavorate costantemente con il pc e fate attività di editing video, di programmazione o di gaming, i ricondizionati non vanno bene, mentre sono ideali per guardare film e serie tv, scrivere documenti, ascoltare musica, navigare in internet.

Vediamo quali sono i fattori da tenere in considerazione per scegliere il miglior prodotto disponibile tra pc e notebook ricondizionati.

Disco fisso e memoria RAM

Per il disco fisso è meglio preferire l’SSD ovvero un disco a stato solido, anche se ha un costo superiore, permette di ridurre i tempi di avvionotebook ricondizionati del pc e di migliorare le prestazioni generali del 20-25% con tempi di reazione migliori.

Nei pc ricondizionati è facile trovare HDD da 500 GB fino a 2 TB, se possibile sostituirlo o optare per dei pc con disco diverso. La memoria RAM permette di utilizzare il pc o il notebook senza alcun problema, oggi, per uso comune la 4GB va bene, mentre con una 8GB si va ancora più tranquilli se si vogliono usare programmi più pesanti o contemporaneamente. Questo discorso vale soprattutto per i pc destinati al gaming.

Autonomia della batteria

Ovviamente ci riferiamo ai notebook, l’autonomia della batteria è importante soprattutto per chi deve usarlo fuori casa e non ha a disposizione una presa per ricaricarlo. I notebook professionali offrono maggiore autonomia rispetto a quelli di fascia media o economica.

Quando si acquistare un notebook ricondizionato è bene capire l’autonomia della batteria e valutarne, l’eventuale sostituzione se non offre il massimo della sua capacità originale.

Espandibilità del computer

Uno dei fattori più importanti per chi acquista un computer è la sua espandibilità, soprattutto se si tratta di pc usati. Un prodotto espandibile permette di allungarne la vita cambiando alcuni componenti anche a distanza di tempo. Alcuni notebook possono avere l’aggiunta di ulteriore spazio oltre quello interno anche grazie alle schede di memoria SSD. Tra i componenti da aggiornare, quelli più importanti sono la RAM e l’hard disk, per fare questa operazione bisogna affidarsi a dei professionisti.

Design e tastiera ergonomica

È un aspetto che a volte viene sottovalutato per poi ritrovarsi con un notebook scomodo, soprattutto per ciò che riguarda la tastiera. Chi è abituato a tastiere con tasti grossi e alti dei pc vecchie non si concentra molto sulle differenze dei vari modelli, ma in realtà è molto importante capirle.

Una tastiera ergonomica non solo permette di scrivere comodamente, ma favorisce anche a una maggiore precisione di digitazione, offrendo ulteriore comfort. In base alle esigenze di utilizzo e alle preferenze, a volte, la tastiera con tasti bassi potrebbe risultare più comoda, per cui valutate bene prima di acquistare un modello di pc da un altro. Così come dovete considerare la grandezza e il peso, se dovete spostarvi spesso fuori, un notebook da 1,2 kg e 14 pollici di schermo è sicuramente quello più adatto.

Related Posts