• venerdì , 13 dicembre 2019

Candele: cosa rappresentano e come usarle

Simbolo di illuminazione e trasformazione, la fiamma delle candele è da sempre utilizzato per illuminare il mondo spirituale e visto come mezzo di comunicazione con la sorgente divina. Per secoli, infatti, accendere lè candele è stato visto come un mezzo per comunicare con quello che non riusciamo a vedere. Viste queste premesse, quindi, è facile intuire che dietro ad una candela c’è molto più di una semplice fiamma che illumina la stanza e oggi cercheremo di scoprire assieme cosa rappresentano e come usarle.

Il significato delle fiamme delle candele

La candela accesa simboleggia la luce dell’anima e la vita spirituale. Non è un caso che vengano significato candeleutilizzate in cerimonie e rituali sia religiosi che filosofici.

In particolare, dal punto di vista simbolico, accendere la candela viene visto come un modo per trasmutare le nostre preghiere o intenzioni attraverso la fiamma. Dal punto di vista religioso, ad esempio, la candela accesa può essere dedicata a un santo oppure alla propria guida spirituale. In tal senso è facile intuire il senso di devozione che si nasconde dietro il semplice gesto di accendere una candela.

Soffermandoci sui significati delle fiamme delle candele, dovete sapere che in genere, quando si accende una candela per l’Angelo Custode, lo si fa per fare una richiesta, una preghiera o semplicemente come un atto di devozione o gratitudine.

Attraverso la Ceromancy, ovvero la lettura della candela, alcuni cercano di interpretare la guida e la risposta alla loro richiesta. A questo fine si presta attenzione al colore della fiamma.

Se questa è bluastra, allora viene intesa come un segno positivo di forza spirituale, avvertendo di mantenere la fede e di avere pazienza mentre gli obiettivi saranno raggiunti. La fiamma gialla simboleggia momenti di gioia e felicità in vista, mentre se sprigiona delle piccole scintille, vuol dire che vi è un momento di tensione o delusione.

Alcuni consigli utili

Ovviamente questi sono solo alcuni esempi di quelli che vengono considerati come simbolo delle fiamme delle candele e ognuno ha le proprie credenze. Allo stesso tempo, infatti, si presta anche attenzione alla forma della candela stessa. In base a come è tale oggetto, infatti, corrisponde uno scopo diverso.

Se triangolare, ad esempio, ha uno scopo di equilibro, mentre la forma di stella indica spiritualità. La luna rappresenta la sensibilità, la piramide simboleggia la realizzazione, mentre il quadrato l’unione di quattro elementi: terra, acqua, fuoco, aria / stabilità. Per quanto riguarda il colore, invece, il giallo è il colore dell’energia mentale, mentre il blu quello della serenità.

L’arancione simboleggia l’ottimismo e l’intelligenza; il verde la natura, i rosso l’energia e il viola la connessione con le dimensioni. Anche in questo caso è possibile scegliere tra molti altri colori, ognuno dei quali con un proprio significato intrinseco.

A prescindere dal motivo per cui decidiate di utilizzare le candele, il nostro maggior consiglio è quello di rivolgervi ad aziende e professionisti specializzati nella lavorazione della cera in modo tale da utilizzare solamente prodotti di qualità, come ad esempio le candele Nola. Accendete le candele con fiammiferi e non con accendini, ma soprattutto tenetele ben lontano da qualsiasi oggetto infiammabile.

Related Posts